Selezionate le migliori idee. Al via la seconda fase di SCPA 2016

pubblicato in: Senza categoria | 0

Si è riunito il 22 giugno il Comitato Tecnico Scientifico della StartCup Palermo edizione 2016. Dalla valutazione delle 50 idee d’impresa candidate ne sono state selezionate otto. A queste verranno assegnati dei tutor per un percorso di accompagnamento fino alla presentazione dei business plan fissata per il 23 settembre ed in vista della finale del 3 ottobre.

“Siamo estremamente soddisfatti dei numeri di questa 12^ edizione” – dichiara il coordinatore della manifestazione prof. Marcantonio Ruisi, delegato del Rettore prof. Fabrizio Micari – “Abbiamo registrato un incremento di circa il 40% di idee progettuali presentate e del 30% di risorse finanziarie raccolte grazie al sostegno dei nostri sponsor e ciò a tutto vantaggio del montepremi che ci darà la possibilità di mettere in palio, tra gli altri, due slot in denaro da 10.000 e 5.000 euro. Siamo anche soddisfatti della pregevole qualità delle proposte pervenute, tra le quali spiccano quelle di forte matrice scientifica sviluppate nell’ambito delle attività portate avanti dai gruppi di ricerca del nostro Ateneo che presentano un elevato potenziale di business”.

Il Comitato Tecnico-Scientifico presieduto dal coordinatore della StartCup e composto da docenti universitari, rappresentanti di associazioni datoriali e ordini professionali, consulenti, imprenditori e manager, ha selezionato le seguenti idee imprenditoriali:

  • Domobrain
  • Drone marino SI-USV
  • Ecobiozone
  • Marine Bioactive Molecules for Cosmetics
  • MovieWip Platform
  • ResourceSEAs
  • Sistemi di Protezione e Sicurezza per il Fotovoltaico
  • Supercritical Energy

A queste idee si aggiungono “Allergò” come idea progettuale a potenziale Social Impact e “Oral E-Health” come idea progettuale a potenziale Digital University Spin-off, entrambe assistite per eventuali menzioni speciali.

Gli autori delle migliori idee hanno acquisito il diritto di usufruire dell’assistenza di più Esperti, ivi compresa l’assistenza di funzionari Unicredit, per la redazione di un Business Plan completo che dovrà essere presentato entro il 23 settembre 2016.

I gruppi che non sono stati selezionati per godere di questo diritto sono comunque incoraggiati a proseguire nel proprio progetto d’impresa e a partecipare in autonomia alla seconda fase inviando un business plan completo, basato sulla “business idea” della prima tappa e contenente una sezione con le previsioni economico-finanziarie della costituenda impresa per un orizzonte temporale di almeno 3 anni.